E-commerce, phishing e spedizioni: è tempo di proteggersi

Come prevedibile l’emergenza sanitaria ha portato a una crescita dell’e-commerce, i dati parlano chiaro, nel 2020 c’è stato un incremento delle vendite online del 31% rispetto al 2019 e nei primi mesi del 2021 il dato è ancora in forte crescita. Di pari passo l’uso di computer e smartphone per fare acquisti è enormemente aumentato, situazione che ha spinto i criminali informatici a sviluppare malware e a fruttare tecniche di ingegneria sociale per rubare i nostri dati. Secondo quanto riportato dal report “Kaspersky Fraud Prevention” nel 2020 una transazione fraudolenta su due (tra quelle rilevate) riguardava il furto dati di un account, il così detto “account takeover”.

Incrementi di volume

Questo non è il solo dato da tenere in considerazione dato che l’incremento delle vendite online ha generato altre situazioni. Per esempio, alla fine del 2020 l’Italia era in cima alla classifica dei paesi per gli acquisti fatti con Prime. Le piattaforme dei big player come Amazon hanno giocato un ruolo fondamentale nell’accelerazione del commercio elettronico ma è stato tutto il settore a beneficiarne, situazione che ha fatto enormemente aumentare i volumi delle spedizioni di merci. Anche in questo caso i cybercriminali non hanno perso l’occasione per creare attacchi ad hoc, tanto che in tutto il mondo i marchi di famosi servizi di spedizione come DHL, TNT, FedEx e UPS sono stati usati per creare massicce campagne di phishing per diffondere malware, infettare i dispositivi e rubare dati personali. A rivelarlo è una ricerca dei laboratori Bitdefender. In pratica sono state messe in atto campagne di phishing che sfruttano i nomi di società di spedizioni rinomate e affidabili tramite email fasulle ricreate alla perfezione. Queste “fake email” contengono notifiche di spedizione e sono progettate per spingere i consumatori a scaricare file pericolosi o a cliccare su link malevoli. Se abbiamo fatto acquisti online e attendiamo una spedizione è facile cadere nel tranello. Secondo il report di Bitdefender nel gennaio 2021 il 61% di tutta la corrispondenza in entrata che sembrava provenire da uno dei più noti servizi di spedizione è stata contrassegnata come spam. Nel complesso, quasi il 30% di tutto lo spam ricevuto relativo al servizio di consegna si è rivelato essere una campagna d’attacco che comprendeva tentativi di phishing. La tecnica è quella classica: si spingono i destinatari a rivedere i dati personali o accedere agli allegati confermando le credenziali e gli indirizzi. Le tecniche sono subdole, per esempio il destinatario viene informato che la consegna del pacco è in sospeso. L’email fasulla ovviamente include i loghi aziendali, numeri di tracking o fatture finti che aggiungono credibilità al tutto. In pratica si tratta di veri e propri escamotage che spingono l’utente ad accedere al file allegato o a cliccare su un link. Il consiglio è ovviamente quello di non aprire mai allegati di nessun tipo senza prima avere verificato la reale provenienza e, nel caso si fosse in attesa di una consegna, è consigliabile accedere al sito ufficiale dello store online da cui si è eseguito l’acquisto o del servizio di spedizione. Per essere al sicuro dalle numerose minacce che possiamo incrociare sul web HyperGrid propone un servizio che protegge il computer durante l’uso online. Si chiama HyperFilter e il suo compito è quello di impedire ai contenuti dannosi e inopportuni di arrivare al PC, permettendo così di usare il computer in totale sicurezza al riparo dalle minacce informatiche senza bisogno di installare software antivirus. Oltre a garantire la massima sicurezza nella navigazione, HyperFilter è estremamente comodo e non ha bisogno di nessun tipo di installazione, funziona su ogni tipo di computer, con qualsiasi sistema operativo e non dipende dal provider che fornisce l’accesso a Internet.

Facile da usare

Una volta accreditato al servizio, l’utente viene riconosciuto grazie all’accesso alla propria casella di posta elettronica fornita da HyperGrid che da remoto garantisce il funzionamento di HyperFilter. Ricordiamo che il servizio viene costantemente aggiornato in modo da affrontare tutte le minacce che ogni giorno vengono create o modificate. Indubbiamente è una soluzione utile per aziende e per i piccoli uffici, ma è da tenere in seria considerazione anche per la casa. Infatti, oltre a proteggere da virus e minacce informatiche di vario genere, HyperFilter consente di filtrare i contenuti inappropriati a cui si può accedere dalla rete. Si tratta quindi di un servizio decisamente consigliato se i computer e i dispositivi “domestici” sono usati da bambini e minori. HyperFilter è progettato per porre una barriera contro i contenuti pornografici, illegali, violenti e alle pubblicità non richieste eliminando automaticamente lo spam.

Per informazioni e preventivi contattateci all’indirizzo info@hypergrid.it o al numero di telefono 0382 528875