HyperNVA il nuovo servizio per aziende, enti e PA

La fine del 2020 è stata purtroppo caratterizzata da attacchi pianificati su larga scala che hanno messo in evidenza come le organizzazioni cybercriminali stiano adottano tecnologie sempre più sofisticate. Nel 2021 questa tendenza è in ulteriore crescita, di conseguenza per enti, aziende e pubbliche amministrazioni è fondamentale mettersi in sicurezza per prevenire ogni tipologia di attacco. Il modo migliore per farlo e quello di verificare lo stato dei sistemi informatici con il processo noto come Vulnerability Assessment che permette di ricercare e analizzare le potenziali vulnerabilità presenti su una rete. Si tratta di un procedimento che solo i team di aziende certificate specializzate in sicurezza come Hypergrid sono in grado di eseguire con successo. Il Vulnerability Assessment, le cui procedure descriveremo in seguito, non è un processo una tantum ma va eseguito con una certa frequenza per assicurarsi che la rete sia sempre correttamente protetta. In particolare la procedura va ripetuta quando qualche elemento dell’infrastruttura viene modificato. 

Per il 2021, Hypergrid propone un nuovo servizio chiamato HyperNVA, pensato per rendere più semplice il Vulnerability Assessment ad aziende, enti e PA. Grazie a HyperNVA vengono messe a disposizione dei clienti parte dell’arsenale di strumenti e delle procedure che il team di Hypergrid usa per eseguire le analisi di vulnerabilità in remoto. L’accesso al servizio avviene tramite una pratica interfaccia web, ed è configurabile in base alle esigenze dell’azienda, in modo da poter eseguire autonomamente i test di vulnerabilità quando lo si ritiene necessario. 

Per l’analisi vengono applicate anche tecniche di AI per l’interpretazione corretta di falsi positivi e delle evidenze ottenute. Una volta terminata l’analisi viene generato un documento in formato PDF in lingua italiana che può essere utilizzato come report periodico richiesto dalle norme AGID, procedura che deve essere eseguita da tutti gli enti pubblici.

Valutazione di vulnerabilità

Il Vulnerability Assessment è quella procedura necessaria a evidenziare e rimuovere le vulnerabilità presenti sul perimetro della rete pubblica o all’interno della rete privata. Si tratta di una soluzione fondamentale per prevenire gli attacchi e per verificare che i sistemi non siano già stati penetrati e infettati. La valutazione richiede vari passaggi e può essere adattata e configurata in base alla tipologia di rete e alle esigenze dell’azienda o dell’ente. Si parte con l’approfondita analisi della sicurezza della rete, al termine della quale le vulnerabilità vengono analizzate in dettaglio in modo da eliminare i possibili falsi positivi e descrivere in dettaglio i rimedi per eliminare le reali problematiche. Applicate le misure correttive si esegue una verifica di controllo per verificare il risultato. Ora, grazie a HyperNVA, questa procedura potrà essere eseguita in totale autonomia e per qualsiasi problema saranno disponibili gli interventi rapidi e mirati del team di esperti di Hypergrid.

Perché la verifica è sempre più importante?

Secondo i primi dati rilevati e i report relativi alle tendenze per il nuovo anno, viene messo in evidenza che il 2021 vedrà l’intensificarsi di ogni tipologia di attacco, ecco perché un sevizio come HyperNVA è una valida soluzione per i clienti che desiderano eseguire il Vulnerability Assessment in totale autonomia.

 Hypergrid fornisce strumenti certificati e costantemente aggiornati per eseguire le procedure in modo semplice e strutturate in modo da soddisfare le specifiche richieste dall’Agenzia per l’Italia digitale. Secondo i più recenti report le aziende dovranno prestare particolare attenzione agli attacchi ransomware e ai tentativi di intrusione finalizzati al data breach dei dati aziendali. Enti ospedalieri e pubbliche amministrazioni sono invece segnalati come obiettivi primari dei cyber attacchi. In particolare per gli enti, va evidenziato che in Italia negli ultimi due mesi del 2020 le minacce sono cresciute dell’80% portando il nostro Paese al quarto posto nella classifica degli stati più colpiti dagli attacchi alle organizzazioni sanitarie.