Il sonno nella rete genera mostri

IL DOVERE DELLA SICUREZZA NEL MONDO DIGITALE: IN RICORDO DI GRAZIA NIDASIO

“La sicurezza in rete non é una roba banale: é vero che a me importa poco, io sono un vecchia signora; al limite mi rubano qualche dato, qualche soldo. Ma ai bambini, ai ragazzi, per quelli no, bisogna stare attenti, attentissimi. Bisogna che prepariamo loro un mondo sicuro e adesso il mondo é anche la rete.”

Questo ci diceva, con il garbo e la solida consapevolezza che la contraddistinguevano, Grazia Nidasio. Nel 1999: quando Hypergrid non c’era ancora o appena c’era, nella mente del suo fondatore, che discuteva con lei della portata rivoluzionaria di Internet, delle potenzialità, delle insidie.

E si può dire, passati più di tre lustri dalla strutturazione dell’azienda, che uno dei motivi sostanziali per cui è nata sta proprio nelle parole di questa donna straordinaria, di enorme talento e ancor maggiori capacità ed inventiva.

Grazia Nidasio comunicava un pensiero limpido, diretto, attraverso le sue storie mirabilmente illustrate: più che disegni. Ogni suo tratto era chiamato a rappresentare riflessioni profonde, con chiarezza, spesso severità critica, stemperata nell’ironia e dalla perplessità genuina dei suoi personaggi.

Ed ecco la Stefy, piazzata davanti al pc, che sobbalza quando fuori dal monitor salta un mostro nero, brutto, cattivo. La minaccia che dalla rete, se non opportunamente filtrata, diventa aggressione, pericolo concreto, da virtuale a reale, disastro.

Hypergrid in questi anni studia, si attrezza, progredisce nella ricerca e nel perfezionamento di sistemi sofisticati, per rendere sicuri gli utenti, piccoli e grandi, della rete: tra le certificazioni ottenute, gli attestati, i diplomi, la medaglia più significativa é certamente la fiducia che Grazia ha costantemente accordato e riposto nella piccola azienda, incoraggiando, talvolta riprendendo con sollecitudine progetti che erano stati momentaneamente trascurati.

Esistono adesso programmi e servizi accurati, esiste soprattutto in Hypergrid un’attenzione specifica al bisogno etico di sicurezza: di questo possiamo essere riconoscenti a Grazia Nidasio, cara amica, persona speciale che, in punta di piedi, ha traslocato in Cielo nella notte di Natale, pochi mesi fa.