LA SICUREZZA INFORMATICA: ISTRUZIONI PER L’USO

Un corso specifico e mirato per conformarsi al corretto trattamento dei dati personali. 

Da febbraio 2019 HyperGrid ha attrezzato un corso specifico e ad ampio raggio di competenza rivolto a tutti gli operatori che, presso Enti,  Amministrazioni, Uffici e Studi Professionali debbono adeguare i propri standard lavorativi in modo che siano conformi alle norme previste dal regolamento Ue 2016/679, noto come General Data Protection Regulation (GDPR). 

Come è noto il Regolamento Europeo 679/2016 è pienamente applicato da diversi mesi e la normativa nazionale (Codice Privacy, D.lgs. 196/03) è stata adeguata mediante il D.Lgs. 101/18 ed è entrata in vigore il 19 settembre scorso.

Le aziende, gli Enti ed i professionisti non possono pertanto più rimandare l’applicazione in maniera puntuale delle nuove disposizioni in materia di privacy e protezione dei dati personali; è necessario adeguarsi al GDPR e passare dalla teoria alla pratica, nel rispetto delle precise esigenze più volte evidenziate anche in seno alle Istituzioni Europee; tali necessità rispondono al desiderio di certezza giuridica, armonizzazione e maggiore semplicità delle norme riguardanti il trasferimento di dati personali dall’Ue verso altre parti del mondo.

La corretta recezione e applicazione delle norme GDPR rappresenta inoltre una   risposta, necessaria e urgente, alle sfide poste dagli sviluppi tecnologici.

E’ banale asserire che la sicurezza informatica è un elemento sempre più rilevante nell’ambito di aziende pubbliche e private, soprattutto in seguito alla maggior interconnessione dei sistemi ed il considerevole aumento dei servizi offerti attraverso la rete Internet; il proliferare e l’aumento del numero e della varietà dei dispositivi connessi alla rete, fa sì, d’altra parte che sia sempre più difficile avere una puntuale gestione della sicurezza informatica. 

Nei casi più eclatanti l’attuale generazione di cyber spionaggio – il cosiddetto hacker – rintraccia dati, informazioni e file cercando direttamente falle nei sistemi di sicurezza delle infrastrutture IT – ivi comprese le piattaforme Web (siti istituzionali, cloud, social network, ecc,) – mentre altri cyber-criminali si specializzano nella rivendita dei contatti e nei furti di identità. Vi è poi il noto fenomeno del “ramsonware” a causa del quale intere reti di computer e periferiche di memorizzazione vengono prese letteralmente in ostaggio con perdita di dati in caso del mancato pagamento di un riscatto.

Proteggere le informazioni custodite all’interno dei sistemi e verificare di conseguenza il corretto utilizzo degli apparati in uso sono quindi accortezze importanti e imprescindibili allo scopo di definire le misure organizzative e migliorare i comportamenti tenuti da dipendenti e collaboratori per contrastare i rischi informatici.

Risulta evidente come l’atteggiamento imprudente nell’uso di internet, di workstation e di smartphone aziendali o in dotazione di ufficio possa mettere a serio rischio tutta la struttura, determinando blocchi di produttività e di data breach, ovverosia violazione di dati. 

Se anche un solo operatore non istruito alle nuove disposizioni disattende le procedure di sicurezza, pur in presenza di un serio piano di difesa informatica, viene sistematicamente compromesso il funzionamento di ogni processo.  

La sicurezza informatica origina prima di tutto da una corretta percezione da parte di tutti coloro che utilizzano i servizi tecnologici messi a disposizione dall’azienda o dall’Ente: una corretta formazione deve essere pertanto considerata preliminare e indispensabile.  

La consapevolezza di tale importanza determina dunque un elemento aggiuntivo di ulteriore innalzamento delle difese da attacchi cibernetici e permettere ad aziende ed Enti di operare con maggiore serenità e migliore efficacia.

Sulla base di questa convinzione HyperGrid ha attivato dei percorsi formativi tesi a sensibilizzare chi lavora a contatto e nella rete alla necessità di potenziare le proprie conoscenze e competenze in materia di sicurezza informatica, predisponendosi ad una attenta osservanza delle norme prescritte dal regolamento GDPR. 

Conoscere il rischio, sapere come affrontarlo in modo conforme a disposizioni normative strutturate significa garantire un ambiente di lavoro sereno, qualificato da una migliore sicurezza.